MOSTRA DI CARAMBIA A VENEZIA

Mostra di Carambia a Venezia

adriana carambia venezia


Venezia- Paiono forme di materia celeste cadute sulla terra dall’infinità dello spazio, oppure pietre portate a riva dalla corrente di un fiume, o emerse dalle viscere della terra a causa di una eruzione, le sculture di Adriana Carambia presenti a Palazzo Mora nell’ambito della 57ma Biennale d’Arte a Venezia con il titolo “The trap of the Flash” e giunte a noi per narraci le loro percorrenze di acqua, terra, cielo.

La maculata superficie di cui sono pervase dice come ogni momento del loro viaggio sia stato unico e allo stesso tempo identico alla vita degli esseri umani poiché quelle pietre proprio, per la loro provenienza, raccontano la creazione del mondo e con essa la storia dell’uomo.

La superficie liscia accoglie su di sé trame di riflessi e allo stesso tempo le nostre fisionomie deformate.

Specchiandoci scopriamo di essere altro da noi stessi.

Con tale valenza ironica e maliziosa, l’artista argentina che vive e lavora a Buenos Aires, rivela la sua natura di psicologa e tornando alla nostra immagine riflessa, il rimando porta a Luigi Pirandello e a una sua lapidaria considerazione che, citata

a memoria, recita “Noi non siamo quello che crediamo di essere, siamo come gli altri ci vedono”.

Adriana Carambia – “The trap of the flash”,Venezia 57ma Biennale d’Arte – Palazzo Mora, Strada Nova 30121, fino al 26 novembre. Orari: da mercoledì a lunedì 10-18.

Mauro Bianchini

 

http://www.sempionenews.it/cultura/mostra-carambia-venezia/